Visualizzazione post con etichetta modello. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta modello. Mostra tutti i post

25 maggio 2020

Come fare un'istanza al Giudice Tutelare art. 320 c.c. - proprietà dell'immobile al minore

istanza giudice tutelare
L'autorizzazione del Giudice Tutelare è necessaria, ai sensi dell'art. 320 del c.c., quando i genitori del minore intendano porre in essere, in suo nome, un atto eccedente l'ordinaria amministrazione: essa può essere concessa solo laddove l'atto risulti di necessità o utilità evidente per il minore.

21 maggio 2020

modello intimazione testimoniale mediante A/R, UNEP o Pec


MODELLI

  • INTIMAZIONE MEDIANTE A/R
GDP o TRIBUNALE DI __________________________
DOTT.SSA _____________________
N. R.G. ____/__

INTIMAZIONE TESTI udienza __/__/20__

Il sottoscritto Avv. _____________ (CF_______________) (Telefono e Fax ___________ - pec _____________@_____.it), difensore di _________________ nata a ____________ (__) il __/__/19__ (CF __________________), con studio in ______ (__), via _______ n.__, a norma del comma 3 dell’art. 250 c.p.c., a mezzo raccomandata
INTIMA
-         a __________________, residente in _______________, via ____________ cap_____
A COMPARIRE
dinanzi al _________________di _________________ Dott.ssa _____________, all'udienza del __/__/20__ ore __:__ , per essere sentito, come testimone, nella causa civile avente N. R.G. ___/__ vertente tra _______________________ (attore); ________________ (convenuto). Con l’avvertimento che non comparendo senza giustificato motivo potranno incorrere nelle penalità previste dall’art. 255 c.p.c. ed essere condannati al pagamento di una pena pecuniaria non inferiore a € 100,00 e non superiore a € 1.000,00. Nel caso in cui vi sia impossibilità da parte dei testi a comparire all’udienza per grave impedimento questi dovranno provvedere ad inviare allo Studio legale dell’Avv._______________ (Telefono e Fax ______________ - pec ____________@__________.it), quanto prima possibile, comunicazione con la quale si attesti l’impossibilità a presenziare all’indicata udienza nonché idonea documentazione comprovante il dichiarato impedimento, al fine di richiedere al Giudice la fissazione di una nuova data di udienza per assumere la deposizione dello stesso teste.
________ lì, __/__/20__

Avv. ______________

Attestazione 
Io sottoscritto Avv. ___________, procuratore costituito del Sig. _________ (convenuto o attore) nella causa _____________ c/ _____________ pendente presso ________________ iscritta al ruolo generale n. ___________/_______, a norma del comma 4 dell’articolo 250 c.p.c. attesto che la su estesa copia dell’atto d’intimazione al teste Sig. ______________ è conforme all'originale inviatogli con mia raccomandata del __________ n. ___________ - _______ al medesimo recapitata in data _______________ come da avviso di ricevimento che deposito unitamente a tale copia conforme. _______lì, __/__/______ 
                                                                                                                           Avv. ______________ 

  • INTIMAZIONE MEDIANTE UFFICIALE GIUDIZIARIO


GDP o TRIBUNALE DI ____________________
DOTT.SSA ___________________
N. R.G. ___/__

INTIMAZIONE TESTI __/__/__


A richiesta dell’Avv. ______________ (CF ___________________) (Telefono e Fax ______________ - pec ______________@________.it), difensore di ______________ nata a ____________ (__) il __/__/19__ (c.f. ________________), con studio in _______ (__), via ______ n.__, in conformità del provvedimento di ammissione della prova testimoniale in data 16/01/2014, io sottoscritto Ufficiale Giudiziario addetto all'Ufficio Unico Notifiche c/o del Tribunale di Vallo Della Lucania
HO INTIMATO
-         al _____________________________________________________
A COMPARIRE
dinanzi al _________________di _________________ Dott.ssa _____________, all'udienza del __/__/20__ ore __:__ , per essere sentito, come testimone, nella causa civile avente N. R.G. ___/__ vertente tra _______________________ (attore); ________________ (convenuto). Con l’avvertimento che non comparendo senza giustificato motivo potranno incorrere nelle penalità previste dall’art. 255 c.p.c. ed essere condannati al pagamento di una pena pecuniaria non inferiore a € 100,00 e non superiore a € 1.000,00. Nel caso in cui vi sia impossibilità da parte dei testi a comparire all’udienza per grave impedimento questi dovranno provvedere ad inviare allo Studio legale dell’Avv._______________ (Telefono e Fax ______________ - pec ____________@__________.it), quanto prima possibile, comunicazione con la quale si attesti l’impossibilità a presenziare all’indicata udienza nonché idonea documentazione comprovante il dichiarato impedimento, al fine di richiedere al Giudice la fissazione di una nuova data di udienza per assumere la deposizione dello stesso teste.
________ lì, __/__/20__
Ufficiale Giudiziario

INTIMAZIONE TESTIMONIALE MEDIANTE PEC


Il combinato disposto degli artt. 250 comma 3 cpc e 48 DL 82/2005 permette l'invio di un'intimazione testimoniale mediante pec a condizione:

  • che entrambi gli indirizzi (provenienza e destinazione) siano certificati;

Bisognerà, quindi, verificare che l'indirizzo di destinazione sia certificato, e lo si potrà fare tramite INIPEC. 

Di seguito si procederà con la realizzazione del documento firmato digitalmente.
In ultimo si depositerà nel fascicolo l'intimazione:


  • davanti al GDP sarà necessario stampare il documento e i messaggi di invio, accettazione e consegna con asseverazione di conformità per il deposito cartaceo;
  • davanti al Tribunale sarà necessario provvedere al deposito con le modalità telematiche, depositando i file . eml di accettazione e consegna.

15 maggio 2020

modello ricorso liquidazione onorari avvocato


- Compenso Avvocato: cosa fare quando il cliente non paga?



TRIBUNALE CIVILE DI ____________________
IN COMPOSIZIONE COLLEGIALE
RICORSO EX ART. 14 D.LGS. 150/2011

L’ Avv. _______________ (__________________), quale procuratore di sé stesso ed elettivamente domiciliato presso il suo Studio Legale sito in __________ (__) alla via ____________ n.__ (tel. e fax ___________ – email/pec _____________@pec.it)
-Ricorrente-
CONTRO

4 maggio 2020

Modello decreto di liquidazione delle spese di esecuzione ex art. 611 c.p.c.


MODELLI

TRIBUNALE DI ____________________
LIQUIDAZIONE EX ART 611 C.P.C.
DELLE SPESE DELL’ESECUZIONE PER CONSEGNA O RILASCIO
NELLA PROCEDURA ESECUTIVA N. ____/20__

L’Avv. _____________ (C.F. _______________), rappresentante e difensore del Sig. _______________ nato a _______________ il __/__/____ e residente a _____________ in via ______________ (C.F. ____________________) elett.te dom.to presso il suo Studio Legale sito in _________ (__) alla via __________, __, tel e fax _____________ – pec: ___________@___________.it, in virtù di procura rilasciata in calce all’intimazione di sfratto;

Come richiedere un Decreto di Liquidazione delle spese esecuzione ex art. 611 c.p.c.

sfratto
A cura dell'Avv. Aniello Maiese

SCRIVI SUL BLOG

Completato l'iter dell'esecuzione, quando cioè finalmente sarete riusciti a far eseguire il provvedimento di rilascio dell'immobile, l'Ufficiale Giudiziario redigerà (contestualmente) un verbale di rilascio nel quale indicherà tra le altre cose le spese anticipate dalla parte istante. 
A questo punto:

Modello atto di intimazione sfratto



MODELLI

FAC SIMILE INTIMAZIONE SFRATTO PER MOROSITA'


TRIBUNALE DI __________________________
INTIMAZIONE DI SFRATTO PER MOROSITA’
CON CONTESTUALE CITAZIONE PER LA CONVALIDA
E RICHIESTA DI INGIUNZIONE DI PAGAMENTO

Modello richiesta forza pubblica


MODELLI

RICHIESTA ASSISTENZA FORZA PUBBLICA

TRIBUNALE DI _______________________

UFFICIO NOTIFICAZIONI ESECUZIONI PROTESTI



           
Al Dirigente e/o Funzionario Responsabile

Modello preavviso di rilascio art. 608 c.p.c.


MODELLI

MODELLO ART. 608 CPC


TRIBUNALE CIVILE DI ____________________

COMUNICAZIONE EX ART. 608 C.P.C.

29 aprile 2020

modello lettera messa in mora disservizi con compagnie telefoniche


MODELLI


Spett.le S______________ 
Casella Postale ________________
cap________ – __________ 

Verbale di accordo Corecom/Agcom - titolo esecutivo e apposizione formula esecutiva

Nella procedura di conciliazione obbligatoria, in materia di disservizi di telefonia (mediante conciliaweb)  che valore ha l'eventuale verbale di conciliazione, sia nella fase GU che in quella di GU14 davanti al Corecom/Agcom?

A tal proposito vi proponiamo una copia di verbale di conciliazione.

Sono, in sostanza, obbligatorie, due domande, in cui troviamo risposta nella rassegna avvocatura dello stato n. 2/2009 parere A.G.S. - Parere del 30 marzo 2009 prot. n. 101695:

28 aprile 2020

Come promuovere una risoluzione extragiudiziale seconda istanza GU14 - disservizi telefonia

Come anticipato nel post precedente, se nella conciliazione mediante CONCILIAWEB non si raggiunge l'accordo, si può compilare, sempre sulla piattaforma, l'UG 14.

Vi consigliamo di approfondire le procedure seguendo il link

Come fare il tentativo obbligatorio di conciliazione al Corecom

corecom
Il CO.RE.COM, su delega dell’AGCOM, si occupa di risolvere le controversie tra utenti e gestori del servizio di telecomunicazioni. Gli utenti che contestano la violazione di un proprio diritto, prima di avviare una causa in sede giudiziaria, devono avviare un tentativo obbligatorio di conciliazione presso il Co.re.com competente per territorio.

19 aprile 2020

Modello lettera messa in mora sinistro - indennizzo diretto

                                                                                                       

MESSA IN MORA ASSICURAZIONE FAC SIMILE 


​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​______________ Assicurazioni S.p.A
Via ___________, ___
cap__________ ________
____________________@pec_________.it

Oggetto: richiesta risarcimento danni e costituzione in mora 

Scrivo per conto e nell’interesse della sig.ra __________, nata a ____________ (__) il __/__/19__, residente in ___________ (__) alla via __________ n. __, c.f. __________________, (occupazione) la quale mi ha conferito mandato, significandoVi quanto segue.

(ricostruzione del sinistro) In data ___/__/20__, in _______________ (__), lungo la via ____________ già SS__, mentre l’auto tg _________, provenendo da sud con direzione nord, di proprietà e condotta dalla mia assistita e assicurata presso la Vostra Società con polizza n. ___________, effettuava manovra di svolta a destra per parcheggiare nell’area di sosta a pagamento attigua alla strada, veniva attinta alla parte posteriore destra dall’auto tg _________, di proprietà della sig.ra _______________ e condotta dal sig. ____________, assicurata presso ___________ S.p.a. con polizza n. ___________, la quale, nel ripartire dopo aver sostato sulla parte destra della carreggiata, non si accorgeva della predetta manovra.

In conseguenza dell’incidente, (eventuale intervenivano - carabinieri - polizia - vigili i quali provvedevano a redigere foto e verbale dell'incidente),

La mia cliente riportava (in caso di danni alla persona) “________________” così come diagnosticato dal Pronto Soccorso di ________________, ancora in via di guarigione, mentre la sua auto riportava danni per Euro ______,00 oltre a sosta tecnica.

Vi invito e diffido, pertanto, a liquidare per le vie amichevoli i danni patiti e patienti dalla mia cliente, materiali e morali, sia emergenti sia per lucro cessante oltre a interessi, rivalutazione e spese legali, danni che Vi saranno specificati a seguito di guarigione clinica con avvertimento che, in mancanza, saranno adite le vie legali.

L’auto della mia cliente è a Vostra disposizione per gli accertamenti peritali presso il mio studio dalle ore __,00 alle ore __,00 fino al giorno __/__/20__.

Con la presente si intende costituire in mora la Società in indirizzo.

Inoltre, il sig. ______________ (CF_______________), ai sensi e per gli effetti dell'art. 142, comma 2, d.lgs. 209/2005, consapevole della responsabilità anche penale in ipotesi di dichiarazioni non veritiere, firmando la presente, DICHIARA di non avere diritto (o avere diritto e a cosa ___________) a prestazioni da parte di istituti che gestiscono assicurazioni sociali obbligatorie;

In attesa di ricevere riscontri porgo distinti saluti.

________, lì __.__.20__
Avv. ________________

cliente 
___________________

29 febbraio 2020

Certificazione riconosciuta dall'AGCOM come prova dei disservizi internet

Come si può ben intuire, nel rapporto con i gestori di servizi internet, è sempre difficile riuscire a provare un disservizio al fine di veder ripristinata la qualità di internet e/o poter accedere ai relativi indennizzi.
A questo ci ha pensato l'Agcom.

26 aprile 2019

L'appello penale: quello che devi sapere

Le impugnazioni, in generale, sono disciplinate dall'art. 568 e ss del cpp, il procedimento di appello dagli art. 593 e ss del c.p.p.

Termini

il nuovo atto d'appello penale


Quello che devi sapere prima della redazione

CORTE DAPPELLO PENALE DI ____________

DICHIARAZIONE DI IMPUGNAZIONE

PROPOSTA A NORMA DELLART. 571 CPP
PER IL TRAMITE DELLA CANCELLERIA
DEL TRIBUNALE DI _____________________
Sent. N. _____/2018 Trib. __________ (comp. collegiale)
Proc. penale n. _____/20__ RGNR
                      n. _____/20___ RG Dib
Imputato: _____________________

3 aprile 2018

Istanza giudice tutelare sinistro stradale minore - autorizzazione al giudizio



originale istanza e provvedimento

TRIBUNALE DI ____________________________

ILL.MO SIG. GIUDICE TUTELARE

                    
I Sottoscritti _____________, nata a __________ (__) il __.__.19__ (CF_______________) e ________________, nato a __________ (__) l’__.__.19__ (CF___________________) nella qualità di genitori esercenti la responsabilità genitoriale del figlio minore ________________ nato a ________ il __.__.20__ (CF____________________), tutti residenti a ____________ in __________ n.__
PREMESSO CHE

28 febbraio 2018

modello dichiarazione redditi Irpef art. 152 disp.att. cpc


MODELLI

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE DEI REDDITI IRPEF
ex art.9 comma 1-bis del DPR 115/2002

La sottoscritta _________________, nata a ___________ (SA) il __.__.19__, (C.F._______________) e residente in via _____________ n. __, consapevole delle sanzioni penali richiamate dall’art.76 del D.P.R. 28.12.2000 n.445, in caso di dichiarazioni mendaci e di formazione o uso di atti falsi
DICHIARA
-       Ai fini dell’esenzione dal pagamento del contributo unificato - che nell’anno trascorso ha percepito un reddito familiare imponibile ai fini IRPEF, risultante dall’ultima dichiarazione, inferiore a tre volte (limite posto a € 34.481,46 secondo l’aggiornamento previsto dal Decreto 16 gennaio 2018 pubblicato in Gazzetta Ufficiale 28 febbraio 2018, n. 49) l’importo del reddito stabilito ai sensi degli art. 76, commi da 1 a 3, e 77 del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di spese di giustizia di cui al Decreto del Presidente della Repubblica 30 maggio 2002, n. 115, tenendo, inoltre, conto di quanto previsto dall’art. 92 D.P.R. n.115/2002 in caso di reddito familiare;
-       Ai fini dell’esenzione delle spese legali in caso di soccombenza – che ai sensi e per gli effetti dell’art. 152 disp.att. c.p.c. la Sig.ra _____________, di essere titolare, dall’ultima dichiarazione, di un reddito imponibile Irpef inferiore a due volte (limite posto a € 22.987,64 secondo l’aggiornamento previsto dal Decreto 16 gennaio 2018 pubblicato in Gazzetta Ufficiale 28 febbraio 2018, n. 49) l’importo del reddito stabilito ai sensi degli art. 76, commi 1 a 3, e 77 del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di spese di giustizia di cui al decreto del Presidente della Repubblica 30 maggio 2002, n. 115 e
SI IMPEGNA
A comunicare, fino a che il processo non sia definito, le variazioni rilevanti dei limiti di reddito verificatisi nell’anno precedente alla decisione.
Si Allega
-          Copia della Carta D’identità;


__________________

leggi : 
  1. Illegittimità costituzionale dell’art. 152, u. p. disp. di att. cpc - Sentenza Cort. Cost. n 241/2017;
  2. Dichiarazione art. 152 disp. att. c.p.c.;
  3. modello dichiarazione redditi Irpef art. 152 disp.att. cpc.