Praticante Avvocato tra forme di collaborazione e esercizio della libera professione

praticanti-avvocati-482x270

a cura del Commercialista e Revisore Dei Conti
Fiorella Luigi
del p.Commercialista
D'Amato Vincenzo
L’art. 41 della Legge professionale forense recita:

Praticante Avvocato e la Partita Iva - Regime di vantaggio

a cura del Commercialista e Revisore Dei Conti
del p.Commercialista

partita-iva-luca-taglialatela-op2All’atto della apertura della P.IVA il giovane professionista ha la facoltà di optare per il regime fiscale di vantaggio:
  1. per i primi cinque anni a prescindere dall’età;
  2. per i primi cinque anni e fino al compimento del trentacinquesimo anno di età.
semplicemente barrando un’apposita casella nel modello precompilato dell’Agenzia delle Entrate.

Praticante Avvocato e Collaborazione a progetto

a cura del Commercialista e Revisore Dei Conti
del p.Commercialista

collaborazione_a_progetto
Non è possibile inquadrare un praticante con questa tipologia contrattuale.
Riporto qui un breve estratto del sole 24 ore [1] <<il divieto per i liberi professionisti. In particolare non può essere assunto con contratto a progetto chi esercita professioni intellettuali per le quali è necessaria l’iscrizione a specifici Albi professionali (come avvocati e dottori e ragionieri commercialisti, giornalisti, architetti e ingegneri, etc.), tenuti e

Praticante Avvocato e l'Apprendistato

a cura del Commercialista e Revisore Dei Conti
del p.Commercialista

download (1)

L’istituto dell’apprendistato resta per il legislatore lo strumento privilegiato per coniugare formazione ed occupazione dei giovani quale contratto di primo ingresso nel mondo del lavoro. Il d.lgs 14 settembre 2001 n.167 all’art 5 recita : <<l’apprendistato di alta formazione e ricerca è utilizzabile per l’assunzione di soggetti di età compresa tra i diciotto e i ventinove anni (……) per il praticantato per l’accesso alle professioni ordinistiche >> .
Il giovane praticante potrebbe essere assunto con il contratto di apprendistato, purtroppo ci sono delle frizioni nell’impianto legislativo e delle incongruenze previdenziali: